Vallone Calagna – Comune: Tortorici

Elenco risorse

Chiesa di san Nicola (ant. al 1400)

Chiesa del SS.Salvatore (1416)

Chiesa di San Francesco (ric. Nel 1602)

Chiesa di Santa Emerenziana (ant 1607)

Chiesa di Santa Maria (1753)

Chiesa della Batja (1757)

Museo della Storia Patria dei Nebrodi “Sebastiano Franchina”


Sagre e feste

20 gennaio Festa di S. Sebastiano (patrono)

19 Marzo Festa di S. Giuseppe (patrono)

Prima domenica di agosto Festa delle " Tre Verginelle"

Seconda domenica di ottobre Festa di S. Sergio

15 agosto Sagra delle nocciole

22 agosto Sagra della ricotta

Ultima domenica di ottobre Fiere del bestiame

Vallone Calagna – Flora e Fauna

La Riserva Naturale Integrale di Vallone Calagna è localizzata nella provincia di Messina nel Comune di Tortorici.

La finalità principale della Riserva è di tutelare la principale stazione di falsasanicola (Petagna saniculaefolia Guss.), pianta endemica del territorio nebrodense, residuo del periodo del Terziario (da 65 a 2 milioni di anni fa).

Si tratta di una ombrillifera che in primavera vegeta con massa fogliare notevole e sulla cui cima si formano delle infiorescenze caratterizzate da delicati fiori bianchi.

La falsasanicola ha alcune caratteristiche che la rendono particolarmente esigente dal punto di vista ecologico: questa pianta, infatti, non ha un sistema di sostegno interno dovuto a tessuti di rinforzo e resta eretta solo grazie al turgore cellulare dovuto alla pressione dellacqua contenuta dentro la pianta. Per questo motivo la nostra endemica deve vivere a stretto contatto con lacqua, non importa se direttamente o meno.

Unaltra caratteristica particolare della falsasanicola è che le sue foglie hanno aspetto diversi: le basali sono pentagonali e lobate, con lunghi piccioli, mentre quelle dellapice sono quasi del tutto prive di picciolo e profondamente incise a formare segmenti (lacinie) più slargati sulla sommità e con margine inciso-dentato

Questa non è l‘unica pianta che connota il patrimonio floristico della Riserva.

Notevole la Lysimachia nemorum L. lHeracleum sphondilium L., var. cordatum Presl e il Rhynchocoris elephas L. Griseb. Ancora nel sottobosco il Geranium versicolorL., la Viola reichenbachiana, la Sanicula europea o la primula

Tipica degli ambienti umidi, il capelvenere e molte specie di muschi.

Frequenti gli impianti di nocciolo dalla forma arbustiva o di alberello, dai fusti sottili, ramificato e flessuoso con pronunciata tendenza a buttare fuori getti basali che gli fanno assumere laspetto cespuglioso.

Le foglie, caduche e dal margine irregolarmente dentato, sono di colore verde intenso e cosparse di peluria inferiormente (strategia per mantenere quanto più possibile lacqua che fuoriesce dalla traspirazione della pianta).

Fiorisce in inverno, prima della comparsa delle foglie, con lunghe infiorescenze maschili pendule (amenti) raggruppate di colore giallo-brunastro. I fiori femminili, eretti ed infissi sui rami, sono marroni con stili di colore rosso intenso. È conosciuto per il suo frutto (nocciola) impiegato nella cosmetica nella farmacia e nella produzione dolciaria.

Vallone Calagna – Storia

Questa Riserva naturale integrata, in provincia di  Messina, a Tortorici,  a 560 metri sul livello del mare, è stata istituita dalla Regione nel 2000 anche grazie alle rilevazioni di alcuni ricercatori. Qui infatti nasce e cresce spontaneamente una pianta rara, la falsasanicola, nome scientifico Petagna saniculaefolia, relitto della flora del Terziario, che ha trovato il suo habitat naturale grazie all’incontro del clima di montagna mitigato dal Tirreno. La Petagna ha bisogno di parecchia acqua: il Vallone Calagna, con i suoi mille rivoli, riesce ad assecondare questa richiesta, grazie alle sorgenti Padirà che si riversano poi nel torrente Calagna in direzione del paese. Tutelata dalla convenzione di Berna, la Petagna è stata riconosciuta nel 1997 dalla Regione, che tre anni dopo ha istituito la riserva integrata, cioè con particolari criteri di rigidità nel rispetto dell’ambiente. Sicilia Parchi consiglia la visita in primavera, quando i fiori della Petagna, bianchi e dalla tipica forma rotondeggiante, sono facilmente visibili.