Contrada Scaleri – Comune: S. Caterina Villaermosa

Elenco risorse

Chiesa Madre Immacolata Concezione (XVII sec)

Chiesa Madre SS. Delle Grazie (1600)


Sagre e feste

19 marzo - San Giuseppe e le “Tavole” di San Giuseppe

Settimana Santa

31 maggio - Festa della Madonna della Grazia

24 novembre - La vampa di Santa Caterina

prima settimana di settembre - Festa da Pruvvidè

Contrada Scaleri – Flora e Fauna

Di natura gessosa, il territorio della riserva è interessato da fenomeni di erosione superficiale assimilabili al carsismo.

Sono presenti “karen”: forme di “sculture complesse”; microcrateri, depressioni crateriformi e di “cresta; scannellature, solchi larghi da pochi millimetri ad alcuni centimetri; minispuntoni, picchi in miniatura.

Frequenti le “spianate” di dissoluzioni; vaschette di corrosione, cavità da fondo orizzontale e dal contorno semicircolare, nonché “campi” micromammellonati che presentano una serie di microcollinette arrotondate.
La varietà dei fenomeni geologici presenti nell’area è stata la ragione per cui si è voluto tutelate questa porzione di territorio.

Territorio che per le sue peculiarità è stato oggetto di importanti studi scientifici.

Contrada Scaleri – Storia

L’area della Riserva è situata a circa 2 Km ad est di Santa Caterina Villarmosa e ad una ventina di chilometri a nord di Caltanissetta

L’interesse scientifico di quest’area è legato all’esistenza di micro forme carsiche, dette Karren, nelle rocce evaporitiche e la loro variabilità litologica contribuisce alla diversificazione delle forme, inoltre la semiaridità del clima favorisce la conservazione delle morfologie.
Le forme individuate nel corso dei rilievi sono state raggruppate secondo i criteri nelle quali si originano e nel particolare si definiscono libere quelle che vengono a determinarsi su rocce nude, semilibere quelle che si formano al di sotto di coperture parziali di suolo e coperte quelle che si originano sotto coperte di suolo.
Le forme libere sono le più comuni e risultano costituite da incisioni che variano tra i 2 e 15 mm, e possono essere a sezione semicircolari, ad andamento rettilineo, parallele e a crestine aguzze.