Area Marina Protetta Isole Egadi

Creata per tutelare il delicato e complesso sistema submarino presente nei “canyons” che separano le isole fra loro, l’area marina protetta delle Isole Egadi venne istituita nel 1991.

Il perimetro dell’area di tutela abbraccia l’arcipelago trapanese delle Egadi: Levanzo, Favignana e Marettimo.

Quest’ultima è separata da Favignana e Levanzo da uno stretto canale profondo 350 m. che ospita grandi pesci pelagici.

La costante presenza di fondali misti sabbia-roccia ha permesso l’evoluzione di un sistema biotico unico grazie anche alle forti correnti marine, elemento fondamentale per la presenza dei grandi predatori.

I fondali dell’isola di Favignana, anch’essi di tipo misto roccia-sabbia offrono un “habitat” ideale alla flora marina; tra le specie più frequenti la posidonia e la pavonia. Lo stesso fondale è presente nelle acque antistanti lo Scoglio Corrente e l’Isola di Levanzo.

In prossimità di Capo Grosso la presenza di una successione di terrazze rocciose, le forti correnti e la straordinaria trasparenza delle acque che permette alla luce di penetrare fino a 15 – 18 metri permettono il proliferare di specie di gorgoniacei ed alghe verdi.

Tra le rocce frequenti sono gli incontri con polipi e polpi; laddove le profondità sono maggiori frequenti sono le aragoste o le colonie del mollusco bivalve oggi a rischio estinzione e per questo specie protetta, la Pinna nobilis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *