Parco delle Madonie – comune: Polizzi Generosa

Elenco risorse

Necropoli ellenistica databile tra la metà del IV e gli inizi del II secolo a.C

Chiesa di San Francesco (1300)

Badia vecchia o Chiesa di Santa Margherita (1444)

Commenda o Chiesa dell’Ordine Gerosolimitano (1450)

Badia Nuova o Chiesa di Santa Maria delle Grazie (1499)

Chiesa del Carmine (ant 1549)

Matrice o Chiesa di Santa Maria Maggiore

Chiesa di San Girolamo (1681-1730)

Palazzo Gagliardo

Palazzo Carpinello

Palazzo Notarbartolo

Biblioteca Comunale Lancia di Brolo

Museo Ambientalistico Madonita

Museo Archeologico

L'Abete di Polizzi Generosa

Gli Abeti delle Madonie


Descrizione

La Chiesa Madre custodisce opere d'arte di grande pregio, prima fra tutte un notevole trittico fiammingo. Situato sull'altare maggiore, raffigura la Vergine con il Bambino, circondata da angeli cantori e musicanti, tra S. Caterina d'Alessandria e S. Barbara. L'opera è stata oggetto di ricerca di diversi studiosi ma l’autore rimane ancora incerto; di sicuro, si tratta di un artista fiammingo che ha operato intorno alla metà del XV secolo.

Sempre sull'altare maggiore si trova il "Trittico della Visitazione" del 1519 attribuito a Giovanni Matta, un pittore spagnolo con bottega a Polizzi.

Preziosi sono inoltre un Ostensorio d'argento a più piani, realizzato da Nibilio Gagini nel 1586, e un calice in argento dorato, di autore ignoto, del secolo XVI.

Nella Cappella di S. Gandolfo (protettore di Polizzi) si conserva parte del sarcofago marmoreo realizzato da Domenico Gagini nel 1482 per accogliere le spoglie del Santo. Nel 1549 venne realizzato, dall'orefice Andrea di Leo, un sarcofago d'argento che sostituì quello in marmo.

L'arca, dovette essere completata, però, molti anni dopo.

Nel 1632 Giuseppe Li Muli realizzò il busto in argento del Santo che venne posto sull'arca. Nella chiesa è possibile ammirare altre opere di artisti famosi quali Giuliano Mancino, Bartolomeo Berrettaro, Francesco del Mastro, lo Zoppo di Gangi.

La Chiesa di S. Margherita o Badia Vecchia custodisce una statua in marmo di Santa Margherita dello scultore Domenico Gagini, una tela dello Zoppo di Gangi, raffigurante S. Benedetto e una notevole cancellata in ferro battuto di artigianato locale.

La Chiesa di S. Maria delle Grazie o Badia Nuova, con il relativo monastero, appartenente sempre all'ordine Benedettino, fu costruita nel 1499 dalla nobile famiglia Signorino.

All'interno della chiesa si può ammirare una monumentale custodia barocca in legno dorato realizzata dall'artigiano polizzano Pietro Bencivinni nel 1697 e diverse tele dello Zoppo di Gangi.

Della chiesa del Carmine una tela di Giovanni Matta (1541), raffigurante la Madonna del Carmine, e un Crocifisso opera di Francesco Gallusca, della scuola di frate Umile Pintorno da Petralia, impreziosiscono gli interni.

Sagre e feste

Venerdì Santo

Processione del Cristo morto e dell’Addolorata

VII mercoledì dopo Pasqua

“L’ultimu miercule”

gennaio – maggio

Festa del Santissimo Crocifisso

terza domenica di settembre

Festa di San Gandolfo

marzo

Festa di San Giuseppe

dicembre

Festa di Santo Stafano

prima domenica dopo ferragosto

Sagra delle Nocciole

prima domenica di settembre

Giornata dello Sfoglio