Monte Carcaci – Storia

Fra Prizzi, Castronovo di Sicilia, questa vetta, alta 1200 metri, di tipo calcareo-carbonatico, presenta un ampio spettro vegetazionale. La tipica macchia mediterranea, ad arbusti, costituisce l’habitat ideale per il picchio rosso maggiore.

Presenti anche lo sparviero, i merli. Per i grandi rapaci, troviamo nibbi, poiane e falchi pellegrini, che si nutrono di roditori e piccoli conigli. Una delle caratteristiche della riserva è la presenza di un piccolo mammifero, l’arvicola di Savi, un po’ talpa, un po’ criceto. Vive nel sottosuolo, ma esce spesso a rosicchiare i carciofi!

La Riserva è nata nel 1997, ed è gestita dal Demanio Foreste. Si accede da Portella Riena. La vegetazione è composta da stracciabraghe, pungitopo ed asparago spinoso. E’ però sul versante nord occidentale che i boschi di leccio e roverella offrono al visitatore tutta la loro frescura.

L’altra cima della riserva è Pizzo Colobria. Nella riserva

è presente anche un’area umida, il laghetto stagionale di Marcato delle Lavanche.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>