Le montagne delle felci e dei porri – Storia

La riserva si trova a Salina, isoletta dell’Arcipelago delle Eolie, già dichiarato patrimonio dell’Umanità dalla lista dell’Unesco. Le pendici di questa isola sono caratterizzate dalla presenza di vegetazione spontanea di sempreverde  e macchia mediterranea. Ginestre, lentisco ed euforbia ammantano i fianchi di questi promontori del vulcano. Felci e porri sono ovviamente le specie dominanti. Fra i piccoli mammiferi presenti, una presenza inconsueta è il ghiro Area di vecchia istituzione (1984) , è costituita da una serie di vulcani spenti da tempo, oggi divenuti zona privilegiata non solo di grandi rapaci ( come il falco della regina) ma anche o le berte, ma anche di uccelli pelagici, quali  pellicani e gru, aironi cormorani e fenicotteri, che regnano qui indisturbati. 

La zona è abitata prevalentemente dal ghiro e dall’avifauna (falco della regina).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>