Lago di Pergusa – Flora e Fauna

La Riserva Naturale di Pergusa, tra le più recenti ad essere state istituite, trova la sua ragion d’essere nella presenza al suo interno dell’unico lago naturale della Sicilia centrale.

Questo specchio d’acqua, in cui Plutone avrebbe consumato il celebre ratto di Proserpina, rappresenta per la posizione geografica e per le condizioni climatiche che offre, un punto nevralgico per i flussi migratori dell’avifauna lungo la rotta per la zona paleartica occidentale.

Tra le specie che vi trovano ospitalità: l’alzavola, il fischione, il mestolone, il moriglione, la folaga, il bello e raro falco di palude e la moretta tabaccata, specie di anatra rarissima. Vi nidifica la coturnice sicula e la poiana con rapaci notturni come la civetta, l’assiolo o il barbagianni attratti dalla ricca presenza di piccoli roditori, anfibi e invertebrati.

Caratteristica delle acque del lago è la presenza del Arctodiaptomus salinus; un copepode.

Per difendersi dai raggi solari questo piccolo “gambero” si tinge di un pigmento rosso che trasferendosi ai batteri che vivono tra le acque tinge il lago di rosso.

Le acque salmastre del lago offrono le migliori condizioni per il proliferare di ampie macchie di vegetazione igrofila e ripariale, tipica delle lagune: dal giunco, pungente e marittimo, alla salicornia e alla cannuccia di palude.

Più distante dal lago la vegetazione è costituita da conifere ed eucalipti piantati dall’uomo e da macchie boschive di querce, lecci e roverella; ultima magra testimonianza dell’antica copertura vegetale dei luoghi.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>