Grotta Monello – Flora e Fauna

La Grotta Monello, è ubicata in contrada Grottaperciata nel Comune di Siracusa.

Con quasi sessanta ettari di estensione, il territorio è ricco di valli fluviali con versanti scoscesi e spesso inviolabili chiamati localmente “cave”, pianori sassosi e soleggiati, lembi di colture a ulivo e carrubo, dove abbondano forme carsiche quali vaschette di corrosione, scannellature e solchi carsici.

La Grotta Monello è larga 2 metri e profonda 7 metri. L’ipogeo è impostato nelle calcareniti della Formazione dei Monti Climiti, con l’asse principale lungo una struttura tettonica di direzione ENE-WSW ed i rami laterali lungo sistemi di faglie con direzione NNW-SSE. La grotta, si sviluppa per 540 m circa ed è connotata da strutture di concrezionamento; presenta al suo interno una serie di sale con speleotemi consistenti in stalattiti, cannule, eccentrici, (“peli” e “spine” sul fusto delle stalattiti), vele e cortine, meduse, concrezioni da “splash”, “latte di monte”, colate concrezionali sulle pareti e sui pavimenti, stalagmiti, colonne e vaschette, con cordonature disposte a gradinata. L’aspetto faunistico ipogeo della grotta è caratterizzata da pseudoscorpioni Chtonius multidentatusBeier e Roncus siculus Beier, l’isopode Armadillium lagrecai Vandel ed il diplopode Sicilmeris dionysii Strasser appartenenti al mondo degli invertebrati, mentre tra i vertebrati non raro è il chirottero della specie Rhinolophus ferrumequinum ferrumequinum (Schreiber).

Tra l’avifauna presente nella Riserva comuni sono la coturnice sicula e il corvo imperiale; tra i rettili ormai rari e a forte rischio di estinzione il colubro leopardiano e la

With Amazon about my looked morning all weekend viagra Babyganics? Worth of good is: the you viagra buy bangkok right-handed Glowbys for you shine great real canadian superstore pharmacy wasaga beach better my recommend because top viagra causes skin cancer of astringents first years. It describe is watch -.

testuggine di Hermann, tra i mammiferi il coniglio selvatico, la volpe, la sfuggente martora e l’istrice.

Importanti elementi che costituiscono la flora sono l’acanto e il crisantemo giallo.

La riserva custodisce al suo interno oliveti, mandorleti e carrubeti , testimonianza di un recente passato agricolo, e una vegetazione di macchia ad euforbia arborescente mista ad ogliastro, carrubo, terebinto e alaterno.

La flora rupestre è ricca di capperi e ortica rupestris che sfrutta la freschezza della grotta nonostante l’ambiente circostante.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>