Fiume Fiumefreddo – Flora e Fauna

Le particolari condizioni climatiche dell’area e le basse temperature delle acque (12 – 13 C° nella stagione estiva) del breve corso del fiume che attraversa una stretta piana costiera nell’omonimo Comune, hanno favorito la formazione di un ambiente unico in Sicilia.

Favorite dalle condizioni ecologiche lungo le sponde del corso d’acqua prosperano fitocenosi assai specializzate come il sedano d’acqua (Apium nodiflorum), il crescione (Nasturtium officinale) e la veronica acquatica (Veronica anagallis-aquatica) oltre a specie idrofile assai rare o addirittura assenti nel resto dell’Isola come il Ranunculus peniillatus, il papiro (Cyperus papyrus ssp. siculus) e il Polygonum salicifolium.

Presente ancora la cannuccia di palude (Phragmites australis) in associazione con altre specie fra cui il poligono seghettato (Polygonum salicifolium) e la menta acquatica (Mentha acquatica).

La vegetazione lungo l’area sorgentizia principale è caratterizzata dalla presenza ancora del papiro (Cyperus papyrus ssp. siculus) mentre lungo la foce sono evidenti popolamenti di sparganio (Sparganium erectum) e giaggiolo d’acqua (Iris pseudacorus).

Brevi tratti delle sponde del corso d’acqua sono ricoperti dai cariceti a Carex riparia o a Carex otrube presenti nei piccoli canali.

Ancora la presenza di piccole macchie boschive di salice bianco e di pioppo bianco testimoniano la presenza in passato di un vegetazione boschiva di planiziale igrofila.

Le particolari condizioni ecologiche dell’area hanno determinato la formazione di un habitat favorevole ad una avifauna legata all’ambiente umido.

Tra gli uccelli più frequenti ricordiamo: l’airone cenerino (Ardea cinerea cinerea) e rosso (Ardea purpurea purpurea) , la cicogna (Ciconia ciconia) , la cincia (Parus ater) , il cuculo (Cuculus canorus) , il fischione (Anas penelope) ; ancora la Gallinella (Gallinula chloropus) , il Germano reale (Anas platyrhynchos) , la Gru (Grus grus) , il Nibbio (Milvus migrans) , il Porciglione (Rallus aquaticus aquaticus) e la Tortora (Streptotelia turtur).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>