Parco delle Madonie – comune: Sclafani Bagni

Elenco risorse

Castello, castelletto, mura di cinta (XIII-XIV sec.).

Chiesa di S. Filippo (XIII-XIV sec.).

Chiesa Madre di Maria SS. Assunta (XV sec.), che conserva numerose opere d’arte. Chiesa di S. Giacomo (XVIII sec.), con all’interno stucchi di artisti della scuola del Serpotta.
Ex Monastero di S. Chiara.

Stabilimento Bagni Termali.


Descrizione

Nella chiesa madre troviamo una tela dello Zoppo di Gangi dal titolo l’Agonizzante, ed un Ecce Homo di cartapesta attribuibile a frate Umile Pintorno da Petralia o alla sua scuola.

Sagre e feste

«Mi fa a vecchia»

Sera dell’Epifania

S. Giuseppe

S. Giuseppe

Mese

Venerdì Santo

Ultima domenica di giugno

La processione dell’Ecce Homo tra le atmosfere medievali di Sclafani Bagni

Parco delle Madonie – comune: Caltavuturo

Elenco risorse

Contrada Terravecchia

Ruderi del Castello saraceno (XIII sec)

Ruderi Ex Matrice di San Bartolomeo (XVI sec.)

Ruderi “Dammusi”

Chiesa del SS.Salvatore detto Casale (XII sec)

Centro urbano

Chiesa Madre dei SS.Pietro e Paolo (XVI sec.)

Chiesa di Santa Maria La Nova (XVII sec.)

Convento delle Benedettine (XVII sec.)

Palazzo Muscarella

Palazzo Bonomo

Palazzo Oddo

Chiostro di San Francesco

Piazzetta XX Gennaio

Chiesa Anime Sante (XV sec)

Chiesa Sant’Agostino, che ospita la statua della patrona interamente rivestita in oro

( Maria Santissima del Soccorso)


Sagre e feste

19 marzo

Festa di San Giuseppe e Pranzu di Virginedii

Mese

Corpu Dominii con le processioni “fiorite”

Domenica successiva al 18 giugno

Festa di San Calogero e Festa del Pane

ottobre

Festa di Santa Maria del Soccorso

Parco delle Madonie – comune: Scillato

Elenco risorse

Chiesa Maria Santissima della Catena ( XVII sec.)

Palazzo Cirino (fine XVIII sec.)

Mulini


Descrizione

Della chiesa di Maria Santissima della Catena il presbiterio e la navata sono stati decorati con stucchi, finemente realizzati. Nell’altare maggiore è ospitato il simulacro della Madonna, fine opera in marmo bianco realizzata intorno al 1570 dai fratelli scultori Gagini.

Sagre e feste

prima domenica dopo ferragosto

Festa di Santa Maria della Catena, protettrice di Scillato


Parco delle Madonie – comune: Petralia Soprana

Elenco risorse

Chiesa Madre ricostruita nel XIV secolo ed ampliata nel ’700

Chiesa Santa Maria di Loreto (sec. XVIII)

Chiesa di S.S. Salvatore (sec. XIII), presumibile moschea nel periodo saraceno
Chiesa di San Teodoro

Chiesa di San Giovanni Evangelista (sec. XVI)

Palazzo Municipale, ex Convento dei Frati carmelitani, adibito a Comune alla fine del XIX secolo.
Oratorio dell’ex Chiesa delle Anime purganti (XVII sec.)

Residenze nobiliari: Villa Sgadari, Palazzo Pottino di Capuano, Palazzo Pottino di Echifaldo, Palazzo Pottino di Irosa, Palazzo Sgadari, Palazzo Rinaldi, Palazzo Sabatino.

Ruderi del castello,

Archi dell’acquedotto romano,

Fontana dei Quattro Cannoli.


Descrizione

All’ interno della Chiesa Madre di San Pietro e San Paolo è possibile ammirare il primo dei 33 crocifissi lignei di frate Umile Pintorno oltre che il più grande organo del comprensorio madonita, risalente al 1700 opera di D.Iacodus Andronico

La Chiesa di Santa Maria del Loreto è abbellita da una statua della Madonna delle Grazie di A.Gagini

Sagre e feste

Venerdì Santo

I Sepolcri

Domenica di Pasqua

“U Ncontru”

giugno

Festa del Santissimo Salvatore

giugno

Festa di San Pietro e Paolo

settembre

Festa dei SS. Cosma e Damiano

Parco delle Madonie – comune: Collesano

Elenco risorse

Sito archeologico Monte d’Oro

Castello medievale (XII sec.)

Palazzo municipale (ant. 1500)

Chiesa dell'Annunziata Nuova (o del Rosario)

Chiesa Matrice (Basilica di San Pietro) - Edificata tra la fine del '400 e gli inizi del '500 –

Chiesa del Collegio (o da san Sebastiano e Fabiano)

Chiesa di Santa Maria la Vecchia (1140 )

Chiesa di San Giacomo ( fine secolo 1500)

Chiesa di Santa Maria di Gesù (1612 )


Descrizione

La chiesa di Santa Maria del Gesù conserva un crocifisso ligneo di frate Umile ;

Nella chiesa Madre trova ospitalità un ciclo di affreschi dello Zoppo di Gangi raffiguranti le storie dei Santi Pietro e Paolo.

Sagre e feste

agosto

Festa di San Bartolomeo

maggio

Maria Santissima dei Miracoli

luglio

Festa per San Vincenzo Ferreri

venerdì Santo

“A Cerca”

I Sepolcri

giovedì Santo

Parco delle Madonie – comune: Polizzi Generosa

Elenco risorse

Necropoli ellenistica databile tra la metà del IV e gli inizi del II secolo a.C

Chiesa di San Francesco (1300)

Badia vecchia o Chiesa di Santa Margherita (1444)

Commenda o Chiesa dell’Ordine Gerosolimitano (1450)

Badia Nuova o Chiesa di Santa Maria delle Grazie (1499)

Chiesa del Carmine (ant 1549)

Matrice o Chiesa di Santa Maria Maggiore

Chiesa di San Girolamo (1681-1730)

Palazzo Gagliardo

Palazzo Carpinello

Palazzo Notarbartolo

Biblioteca Comunale Lancia di Brolo

Museo Ambientalistico Madonita

Museo Archeologico

L'Abete di Polizzi Generosa

Gli Abeti delle Madonie


Descrizione

La Chiesa Madre custodisce opere d'arte di grande pregio, prima fra tutte un notevole trittico fiammingo. Situato sull'altare maggiore, raffigura la Vergine con il Bambino, circondata da angeli cantori e musicanti, tra S. Caterina d'Alessandria e S. Barbara. L'opera è stata oggetto di ricerca di diversi studiosi ma l’autore rimane ancora incerto; di sicuro, si tratta di un artista fiammingo che ha operato intorno alla metà del XV secolo.

Sempre sull'altare maggiore si trova il "Trittico della Visitazione" del 1519 attribuito a Giovanni Matta, un pittore spagnolo con bottega a Polizzi.

Preziosi sono inoltre un Ostensorio d'argento a più piani, realizzato da Nibilio Gagini nel 1586, e un calice in argento dorato, di autore ignoto, del secolo XVI.

Nella Cappella di S. Gandolfo (protettore di Polizzi) si conserva parte del sarcofago marmoreo realizzato da Domenico Gagini nel 1482 per accogliere le spoglie del Santo. Nel 1549 venne realizzato, dall'orefice Andrea di Leo, un sarcofago d'argento che sostituì quello in marmo.

L'arca, dovette essere completata, però, molti anni dopo.

Nel 1632 Giuseppe Li Muli realizzò il busto in argento del Santo che venne posto sull'arca. Nella chiesa è possibile ammirare altre opere di artisti famosi quali Giuliano Mancino, Bartolomeo Berrettaro, Francesco del Mastro, lo Zoppo di Gangi.

La Chiesa di S. Margherita o Badia Vecchia custodisce una statua in marmo di Santa Margherita dello scultore Domenico Gagini, una tela dello Zoppo di Gangi, raffigurante S. Benedetto e una notevole cancellata in ferro battuto di artigianato locale.

La Chiesa di S. Maria delle Grazie o Badia Nuova, con il relativo monastero, appartenente sempre all'ordine Benedettino, fu costruita nel 1499 dalla nobile famiglia Signorino.

All'interno della chiesa si può ammirare una monumentale custodia barocca in legno dorato realizzata dall'artigiano polizzano Pietro Bencivinni nel 1697 e diverse tele dello Zoppo di Gangi.

Della chiesa del Carmine una tela di Giovanni Matta (1541), raffigurante la Madonna del Carmine, e un Crocifisso opera di Francesco Gallusca, della scuola di frate Umile Pintorno da Petralia, impreziosiscono gli interni.

Sagre e feste

Venerdì Santo

Processione del Cristo morto e dell’Addolorata

VII mercoledì dopo Pasqua

“L’ultimu miercule”

gennaio – maggio

Festa del Santissimo Crocifisso

terza domenica di settembre

Festa di San Gandolfo

marzo

Festa di San Giuseppe

dicembre

Festa di Santo Stafano

prima domenica dopo ferragosto

Sagra delle Nocciole

prima domenica di settembre

Giornata dello Sfoglio

Parco delle Madonie – comune: Isnello

Elenco risorse

Donna Madonita (opera in bronzo dello scultore "Pietro Giambelluca"

Ruderi del castello bizantino

Chiesa di Santa Maria Maggiore

Chiesa di San Michele Arcangelo

Chiesa Madre San Nicolò di Bari

Chiesa della SS.MA Annunziata

Chiesa di Maria SS.MA del Rosario

Chiesa della BV del Carmelo

Chiesa di San Francesco

Chiesa di S. Maria di Gesù

Chiesa di S. Lucia

Reggia del Duca Grisanti, detto "Totuccio il Madonita"

Le Roverelle di Lanciasia

La Roverella di Piano Torre

Gli Aceri della Niviera

La Roverella di Montaspro

La Roverella di Favara .

La Roverella di Cozzo Balatelli

Le Roverelle di Cozzo Tasso

III Leccio di Montaspro

Il Leccio grande di Piano Zucchi

Il Leccio di Piano Zucchi

Il Leccio di Valle Centunzi

Il Pioppo nero di Isnello

L'Acero minore di Piano Zucchi


Descrizione

Di grande bellezza, all’interno della chiesa di San Michele, è la tela dei Quaranta Martiri dello Zoppo di Gangi.

Alle pareti si scorgono tra i tanti affreschi un immagine di San Leonardo che testimonia l’origine trecentesca della chiesa.

L’organo con la cantoria, gli stucchi dorati del presbiterio,il tetto ligneo rendono la chiesa di San Michele un elemento architettonico di notevole suggestione.

Sagre e feste

19 marzo

San Giuseppe

29 giugno

Sagra delle fave di S. Pietro

1° maggio

SS. Crocifisso

16 luglio

Madonna del Carmine

31 luglio

San Giovanni Bosco

5,6,7 settembre

San Nicolò di Bari

14 settembre

SS. Crocifisso

8 dicembre

B. V. Immacolata

13 dicembre

Santa Lucia

30 aprile

Sagra della Frittedda

Parco delle Madonie – comune: Cefalù

Elenco risorse

Il Tempio di Diana presso la rocca di Cefalù (IX sec. a.C.)

Basilica-Cattedrale (1131)

Le Mura merlate medievali

Il Castello (XIII-XIV sec)

Chiesa dell'Itria (ant XVI)

Chiesa di Sant'Oliva (1787)

Chiesa di San Sebastiano ( 1523)

Chiesa di Sant'Andrea,oggi sconsagrata (1560)

Chiesa di San Leonardo (ant.1159)

Oratorio del Santissimo Sacramento (1688)

Cappella di San Biagio (succ. 1580)

Santo Stefano o chiesa del Purgatorio

Santissima Trinità (succ.1430)

Santissima Maria della Catena o dell'Addoloratella (1780)

Monastero e chiesa di Santa Caterina ( XII- XIII sec.)

Chiesa di Santa Maria (1686)

Palazzo vescovile e seminario (XVI sec)

Monte di Pietà (1703)

Palazzo Atenasio Martino (XV sec)

Palazzo Legambi (XVIII sec)

Palazzo Maria (XIII sec)

Palazzo Piraino (XVI sec)

Santuario di Gibilmanna

Le Roverelle di Margi Vitale

La Roverella di Gibilmanna

Elementi di particolare interesse artistico conservati all’ interno del Duomo:

Il mosaico bizantino dell'Abside (1148)

La croce lignea bifronte dipinta da Guglielmo da Pesaro (seconda metà del XV secolo)

Gli stucchi barocchi (1650) di Scipione Li Volsi arricchiti dalle pitture di Ignazio Bongiovanni,

Una Madonna con bambino (1533) di Antonello Gagini

L'Altare del SS. Sacramento (1764-1779),

Il Paliotto del pittore cefaludese Geronimo Cassata (1714-? ).

Due Reliquiari: quello della Santa Croce e quello delle Sante Spine.

Una fonte battesimale romanica con vasca di lumachella grigia.

Presso il Santuario di Gibilmanna:

L’altare barocco con marmi policromi.

Principali elementi di richiamo etnoantropologici

Corpus domini – “A Frottula”-

Festa del SS. Salvatore (aprile – giugno)

A ntinna a mari (giugno)

Museo Mandralisca


Parco delle Madonie – comune: Gratteri

Elenco risorse

Matrice Vecchia (XIV sec.)

Abbazia di San Giorgio (1140)

Abbazia di Sant’Anastasia (1100 circa)

Chiesa di Santa Maria di Gesù (XII sec.)

Chiesa di San Giacomo (1686)

Chiesa di Sant’Elia (1090)

Il castello (VIII sec.)

Il Pero mandorlino di Villa Lanza

La Roverella di Pianetti


Sagre e feste

venerdì Santo

“A Sulita”

Mese

“U iovi di mastri”

Mese

Corpus Dominii

gennaio

Festa delle Sagre Spine

marzo

Le Luminarie

settembre

Festa di San Giacomo Apostolo

agosto

Sagra della “vastedda fritta”

Luminaria

dicembre

Parco delle Madonie – comune: Geraci Siculo

Elenco risorse

Chiesa di Sant’Anna (1311)

Chiesa di San Giacomo

Chiesa di Santa Maria Maggiore (1495)

III Frassino di Pintorna

III Frassino di Pintorna

La Sughera di Bosco Sugheri

La Sughera grande di Cava

La Sughera vecchia di Cava


Sagre e feste

marzo

Festa del SS. Crocifisso

terza domenica di luglio

“ A Cravaccata di vistiamara”

prima domenica di agosto

Giostra dei Ventimiglia

seconda domenica di agosto

Festa di San Giacomo

agosto

Festa di San Bartolomeo